SUD, Andata e Ritorno

NUOVO TEATRO diretta da Marco Balsamo presenta

SUD, Andata e Ritorno

il recital di SERGIO RUBINI

Mercoledì 8 luglio 2020

ore 21.00

con le MUSICHE ORIGINALI di MICHELE FAZIO eseguite dal vivo da MICHELE FAZIO pianoforte

Per farvi un’idea di questo spettacolo immaginate per un attimo di non essere seduti tra le file di una platea a teatro, ma nello scompartimento di un treno. Un treno un po’ spericolato perché a guidarlo è un attore ma anche un regista: un tizio magrino, il profilo puntuto, Sergio Rubini. Già altre volte in passato, ma solo sul grande schermo, vi ha fatto racconti di treni, binari, piccole stazioni di posti sperduti. Il capotreno ci dice che il motivo del viaggio a cui stiamo partecipando è il SUD ma nemmeno lui sa dove arriveremo. Al Sud? È probabile ma potrebbe anche andare diversamente. La destinazione insomma è incerta. E incerto è l’andamento del treno. Fin da subito avrete la sensazione di aver percorso grandissimi tratti nell’arco di pochi minuti. Perché per esempio dalla lettura di un passo dei Persiani di Eschilo, incipit dello spettacolo, Rubini passerà al racconto di Matteo Salvatore, un cantastorie vissuto nel buio periodo del dopoguerra, che ha fatto della sua miseria da pane nero la forza della sua poetica. Eppure dentro questo Sud abbandonato e senza luce, fiorisce la grande letteratura che proprio a Napoli ha avuto il massimo dell’espressione nell’opera di Eduardo che ha fatto di personaggi schiacciati dal fatalismo e dalla rassegnazione, dei veri giganti, non certo capaci di modificare la propria condizione, ma dei ragionatori, con il coraggio di guardarsi dentro. E a proposito di piccoli “eroi” del Sud, Rubini passerà al racconto di un altro capostazione, suo padre che in un paesino agricolo del profondo Sud negli anni Sessanta coltivava come altri suoi compaesani, la passione per il teatro, per la recitazione, per la poesia. Come i versi in vernacolo di Giacomo D’Angelo che nel suo negozio di giocattoli scriveva poesie. Ad accompagnare le letture e intervallare i momenti dialogici a quelli recitati, le musiche originali eseguite dal vivo dal maestro Michele Fazio al piano, Marco Loddo al contrabbasso e Emanuele Smimmo alla batteria, che renderanno vivo e attuale ogni verso.
Proseguendo la strada della riscoperta del passato, per gestire meglio il futuro, intrapresa con i precedenti lavori, con questo nuovo spettacolo Rubini va oltre il recital “La guerra dei cafoni”, prodotto nell’estate 2013 e ne ha realizzato uno più ricco, con poesie e racconti riguardanti il Mezzogiorno d’Italia.
“Noi siamo in un momento storico – ha spiegato Sergio Rubini – in cui bisogna tornare ad osservare gli anni Settanta, quando ancora non avevamo incontrato i rovinosi anni Ottanta. Erano anni di passioni, erano anni in cui si dava molta importanza ai giovani e dalla gioventù ci si aspettava i cambiamenti. Questi pensieri si sono guastati negli anni Ottanta, facendo nascere le delusioni, nelle quali si radica la crisi che stiamo vivendo in questi giorni. Quindi ricominciamo dagli anni Settanta e questo spettacolo è una maniera per ricordarli”. Suddiviso in tre parti, il recital racconta le vicende di Matteo, un ragazzo che oggi avrebbe l’età di un “nonno di tutti noi”, narra la storia di Eduardo, immerso in un Sud che riesce a tirarsi su e che anche sulla miseria riesce a costruire la propria dignità e cultura, che viene divulgata nel mondo e riprende, infine, stralci del libro di De Amicis.
“Troppo in fretta abbiamo dimenticato le nostre origini, quelle da cui veniamo. Però, secondo me, se non ci ricordiamo bene da dove veniamo, non sappiamo neanche dove dobbiamo andare”.

Tickets
Costo del biglietto € 15.00
Acquista il Biglietto

Altri Spettacoli in programma


L’arte pericolosa della commedia mente?

Giovedì 25 giugno 2020

L’arte pericolosa della commedia mente?

con Gianfelice Imparato, Mario Porfito, Alessandra D’ambrosio

In occasione del 120° anno dalla nascita di Eduardo De Filippo, con questa piccola messa in scena si...

Modo Minore

Martedì 30 giugno 2020

Modo Minore

con Paolo Cimmino  Antonio Colica  Antonio Pepe  Claudio Romano assistente musicale Claudio Romano  – fonica Teresa di Monaco

Dall’ultimo (e romantico Carosone) di Giacca rossa ‘e russetto; dall’ imperituro (e quasi modernista...

Verso il Mito

Mercoledì 1 luglio 2020

Verso il Mito

FRANCESCA MARINI E MASSIMO MASIELLO

Ottobre 1963- A poche ore dalla sua morte un incontro trasporterà Edith Piaf attraverso i ricordi ,...

EXIT (Grazie dei fiori)

Giovedì 2 luglio 2020

EXIT (Grazie dei fiori)

DI ANTONIO MARFELLA E GIOVANNI ESPOSITO CON SIMONA MARCHINI E SUSY DEL GIUDICE

A Gattolino, un torrido e desolato paese, da un po’ di tempo comandano i topi. Attratti dal mangime ...

Scannasurice

Martedì 7 luglio 2020

Scannasurice

con Imma Villa

Premio Mario Mieli 2018 ad Imma Villa come Miglior interprete Premio Le Maschere del Teatro Italia...

Raccontami

Giovedì 9 luglio 2020

Raccontami

messa in scena di Isa Danieli

Il racconto della Danieli donna e attrice che ha attraversato e attraversa, i generi più diversi del...

Wrong play, my lord!

Mercoledì 15 luglio 2020

Wrong play, my lord!

con Arturo Muselli, Margherita Romeo, Alessio Sica

Una singolare rivisitazione di Amleto interamente recitata in inglese, una prova attoriale - tre gli...

Birre e Rivelazioni

Sabato 18 luglio 2020

Birre e Rivelazioni

con Andrea Renzi, Tony Laudadio

Marco e Sergio, sono il proprietario di una birreria e un avventore (apparentemente) qualsiasi, che ...

Passione

Martedì 21 luglio 2020

Passione

con Maria Nazionale

La voce straordinaria di Maria Nazionale interpreterà le canzoni più belle del repertorio della Canz...

Fred

Mercoledì 22 luglio 2020

Fred

con Massimo De Matteo

3 febbraio 1960, una Ford Thunderbird sfreccia per le strade di Roma alle sei e venti del mattino.

Quartetto di corde dell'Orchestra di Piazza Vittorio

Giovedì 23 luglio 2020

Quartetto di corde dell'Orchestra di Piazza Vittorio

Orchestra di Piazza Vittorio

Quando l’OPV lavora alla scrittura di una canzone, pensa naturalmente a come funzionerà sul palco. E...


Come Arrivare

Palazzo Firrao

Napoli - Piazza Bellini - Via Costantinopoli, 98

Metro Linea 1 Linea 1 - Dante

Palazzo Firrao Napoli
...

Ingresso in Sala

  • Igienizzazione delle mani
  • Misurazione della temperatura (con temperatura superiore a 37,5 sarà vietato l'ingresso in sala)
  • L'ingresso sarà regolamentato dal distanziamento interpersonale
  • Obbligo di mascherina fino al raggiungimento del proprio posto

In Sala

  • In sala le sedie saranno distanziate secondo le norme vigenti e sarà vietato cambiarne la posizione
  • Al proprio posto durante lo spettacolo è possibile togliere la mascherina
  • Per qualsiasi spostamento è necessario indossare la mascherina
  • In sala è vietato consumare cibi e bevande
Informazioni sui cookie su questo sito

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza online dell'utente, permettendoti di condividere contenuti sui social media, misurare il traffico del presente sito Web. Facendo clic su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie.